INDIVIDUALITÀ DEL CISALPINO (ITALIANO SETTENTRIONALE)

I fenomeni - soprattutto fonetici- che caratterizzano il cisalpino (l'italiano settentrionale), condivisi anche dalla koine' veneta, sono fondalmentalmente : a) la lenizione delle consonanti sorde intervocaliche -che in casi estremi porta al dileguo-, ivi compresa la costrittiva /s/ che si realizza sempre come sonora; b) lo scempiamento delle geminate, sia pure scaglionato per classi (dapprima le occlusive e le costrittive, e a distanza di alcuni secoli, le nasali, le liquide e le rotate); c) lo sviluppo postmedioevale dei nessi con /l/ (soprattutto /kl, gl/ > /c', g'); d) lo sviluppo ad affricate dentali (e poi eventualmente a costrittive) di Ce,i, Ge,i; nella morfologia, ad es.,: e) la desinenza di I plurale con varie realizzazioni tutte contrastanti col tipo toscano /-iamo/; f) la formazione del condizionale in /-ìa/ dall'imperfetto HABEBAM (ma non nei patois in cui prevale il tipo con HABUI).

TRA NATURA E STORIA

La locanda è situata nelle terre del Piave, dove si combatterono le aspre battaglie che caratterizzarono la Prima Guerra Mondiale, di cui proprio quest'anno ricorre il centenario. Questi luoghi costituiscono una suggestiva testimonianza del passato.